030 41160 info@tennisforzacostanza.it

TUTTO FACILE PER KANEPI E SIEGEMUND TREVISAN AVANTI IN RIMONTA, BENE GRYMALSKA

Kaia Kanepi viaggia con passo spedito verso le giornate decisive degli
Internazionali femminili di Brescia. La 32enne estone, stella del 60 mila dollari del Forza e Costanza, sta
confermando i pronostici e sta pure dando spettacolo, grazie a quel tennis esplosivo che le è valso una carriera
da top player, con un best ranking al numero 15 Wta e quattro titoli del circuito maggiore. La sfida degli
ottavi contro la 18enne russa Elena Rybakina, vincitrice del Trofeo Bonfiglio lo scorso anno, era il più
classico dei confronti generazionali, e la favorita se l’è intascato in 55 minuti con un 6-2 6-2 che parla chiaro.
Troppa la distanza tra le due in termini di esperienza e di gestione dei momenti delicati, ma più in generale in
termini di tennis. Perché entrambe provano a comandare attaccando da fondo, ma la giovane russa è ancora
acerba per riuscire a gestire il suo potenziale. Per il resto, arrivano buone notizie sul fronte azzurro, con due
ragazze qualificate per i quarti di finale, Martina Trevisan e Anastasia Grymalska. Quella tra Trevisan e
Samsonova è stata una partita divisa in due parti. La prima con la russa d’Italia in totale controllo, fino al 6-2,
2-0 e palla del 3-0. La seconda con la 24enne fiorentina capace di raccogliere le incertezze della sua
avversaria trasformandole in fiducia e cambiando radicalmente volto al confronto. Se fino a metà gara era
stata la Samsonova a dettare il ritmo con un diritto pesantissimo, in seguito è stata l’azzurra a trovare il modo
di imbrigliare la rivale grazie alla sua solidità. L’unico rischio, per la mancina toscana, è arrivato sul 5-1 nel
terzo parziale, con un tentativo di rimonta della Samsonova tramontato però sul 5-4.
Il futuro della brillante Ludmilla, allieva dei fratelli Piccari ad Anzio, si preannuncia comunque molto
interessante, a patto che sappia limare i difetti evitando quelle pause di concentrazione che ad alto livello le
possono costare care. Promossa anche Anastasia Grymalska, che conferma di trovarsi particolarmente a suo
agio in questo torneo. Di fronte alla messicana Zarazua, il match è durato in sostanza un solo set, il tempo per
l’abruzzese di aggiudicarsi il primo parziale al tie-break, dopo un’ora e 17 minuti di gioco. Già provata dalle
fatiche del giorno prima, quando era rimasta in campo quasi quattro ore per superare il turno d’esordio, la
messicana ha alzato bandiera bianca e ha finito per arrendersi con un rapido 6-1. Tre set, ma tutto sommato
pochi rischi, per la seconda favorita Alexandra Dulgheru, che ha dovuto rimontare la brasiliana Kurata
chiudendo però comodamente secondo e terzo parziale. La rumena, ex numero 26 Wta, fin qui non ha
convinto ma ha l’esperienza sufficiente per alzare il livello quando ce ne sarà bisogno, a cominciare dal
prossimo turno contro l’americana Di Lorenzo, a segno sulla neomamma Anne Schaefer dopo essersi salvata
per un soffio. In serata, tutto semplice per Laura Siegemund, la 30enne tedesca che al torneo di Brescia chiede
un rilancio verso le posizioni che le competono, e che frequentava fino al grave infortunio dello scorso anno.
Contro la toscana Jessica Pieri è finita 6-1 6-0 in meno di un’ora. Domani i quarti di finale, a partire dalle ore
13, sempre con ingresso gratuito

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>